OGNI STRADA MI HA CONDOTTO QUI

Non è stata una mia scelta, sono stato obbligato a prendere parte a questa danza. In un cielo senza nuvole, un fulmine ha attraversato le stelle, è passato accanto a un pallido sole di una limpida giornata invernale e mi ha trapassato la mente, l'anima, il cuore.

Quella saetta, così luccicante e infinita, di una saggezza disarmante, era l'avanguardia di una fascinazione cui non ho saputo resistere, contro cui non sono riuscito a combattere, di cui mi sono limitato a captare i tanti, gli infiniti aspetti positivi, e a trascriverli sotto forma di versi d'amore. Ci sono io, che devo trasformare tutto in poesia, e ci sei tu, che mi rendi sempre tutto facile, perché già sei poesia. Mi è bastato pensare al tuo fascino e trasformarlo in parole.

Dicevo dell'assenza di nubi. Mai ci furono, per me, premesse dai toni più ottimistici di questa volta. Quel pallido giorno di Natale del 2014 me ne stavo davanti al pc, ancora ignaro di tutto quel che stava per succedere e troppo impegnato a smaltire un pranzo natalizio senza fine, e guardavo il video musicale della mia canzone preferita, I'm Outta Time degli Oasis.

Lo faccio sempre nel momento del bisogno, quando il mio cervello non riesce a elaborare le troppe emozioni che arrivano dall'universo: sono forse le note soavi della canzone, oppure le atmosfere del video, così piene di tranquillità, a farmi riappacificare con me stesso. E col mondo.

Lo stavo guardando anche quel pallido Natale del 2014, un giorno così tiepido e silenzioso, quando il fulmine, la mia speciale fascinazione, mi colpì per intero, in pieno, mi trapassò il corpo da testa a piedi inondandomi di pensieri positivi. Devo scrivere un libro!... ululai nel silenzio della mia taverna. Scrivere si rivelò sin da subito qualcosa in più di uno stimolo o una necessità. Scrivere, scriverle, un libro significava far evadere tutta la mia energia positiva ed evitare che si disperdesse chissà dove.

Lasciai subito perdere il video, le sue note soavi e l'atmosfera pacificatrice, e aprii il programma di videoscrittura: le prime parole per la mia meravigliosa fascinazione, alias Cometa, erano appena state scritte, ed era come se la storia fosse già esistita nella mia testa, come se quel fulmine, brillante di meravigliose idee, mi stesse suggerendo tutto, parola per parola, concetto per concetto.

Invece ero io, ero io che pensavo a lei. E nei mesi successivi la cosa, anziché scemare verso un più modesto e normale stimolo umano, crebbe di intensità e di creatività: la Cometa era fissa in cielo e il mio taccuino fisso in tasca. Non trascorreva giorno che non pensassi a una frase a effetto da aggiungere alla storia e, se l'ispirazione tardava a venire, mi bastava fare due passi e andare a vedere di persona la fascinazione, così, giusto per essere colpito, di nuovo, da quella sublime avanguardia di luce.

Col passare dei mesi la storia ha preso forma, è stata farcita con le parole giuste, con la sua storia originale e accattivante, con le migliaia di idee che la forza ispiratrice mi suggeriva. Altre idee stanno tuttora prendendo forma nella mia testa, altre ancora lo hanno già fatto, alcune hanno ormai le sembianze di parole impresse su un foglio bianco. Più scrivo, più prendo coscienza del perché mi è accaduto tutto questo. Proprio a me, che coi libri ho sempre litigato e con la scuola ho spesso fatto a botte. Scrivere, per me, è una cosa seria: è un hobby, ma anche un lavoro; è l'arma di cui dispongo per trasmettere positività al resto del mondo; è il mio personalissimo modo per inviare le mie cartoline. Scrivere, per me, è viaggiare, è sognare, è liberarmi. Ma anche far viaggiare le altre persone, farle sognare, liberarle dalle loro inquietudini: accarezzo l'idea che i malati d'ottimismo possano rispecchiarsi nelle mie parole, mentre chi di positività ne ha davvero bisogno riesca a trovarne un po' nelle mie avventure.

Ecco perché ho iniziato a scrivere e perché continuerò a farlo, sempre.

© 2019 MOS

SCRITTORE | SOGNATORE 

PER NATURA

"I am the master of my fate:

I am the captain of my soul."

  • Facebook - Bianco Circle
  • Bianco Amazon Icona
  • ilmiolibro
  • dantebus